clausBlog

La Grignetta con gli sci

with 5 comments

Domenica 22 Febbraio

Finalmente! Ma veniamo ai fatti: sabato, mentre lavoro alle mie cose, mi entra in testa uno di quei tarli che niente e nessuno ti può levare. Ho saputo di condizioni strepitose su questa montagna. L’occasione è ghiotta ed imperdibile, capita ogni N anni e per pochi giorni. E non c’è senso del dovere che riesca a tenermi in casa. Nel tardo pomeriggio di ieri ne approfitto per dare una sistemata all’attrezzatura: manutenzione alle pelli e soprattutto una buona affilatura di lamine che non si sa mai… Domenica mattina, sveglia alle 5, solite cose e poi via verso la mia meta. Lungo la statale incontro degli amici del Cai Como diretti in Val Tartano, il loro cordiale invito non affievolisce l’attrazione della discesa che ho in programma. Salendo in auto scruto le due alternative di discesa che ho pensato. Entrambe sono ottimamente innevate ed entrambe non mi sembrano propriamente una passeggiata; non si è ancora levato il sole, il cielo è striato velature alte e mi chiedo chissà come sarà? Tra un paio di ore lo saprò! Ai Resinelli c’è davvero tanta neve, così parto sci ai piedi dall’auto. Imbocco il canale Caimi e, una conversione dopo l’altra, una ogni 40 secondi , guadagno quota. Da metà canale però la pendenza aumentata e i resti di valanga rendono la salita con le pelli una vera tortura. Così, raggiunto un pulpito, metto gli sci sullo zaino e proseguo a piedi. La neve è buona e con un po’ d’attenzione esco velocemente dal canale senza usare nè ramponi nè piccozza. Proseguo la salita al sole lungo la cresta Cermenati e scambiando quattro chiacchiere raggiungo la vetta intorno alle 9. Il timing è perfetto, ho tempo per riposare, fare qualche foto e bere del tè. Temporeggio ancora chiacchierando , nell’attesa del momento ideale per la discesa.

Alla fine calzo gli sci e mi avvio verso il coronamento di questo mio piccolo sogno. Scenderò direttamente sotto la vetta, in un ripido canale, fino alla barra rocciosa. Oltre vedrò poi. Mi rendo conto che in quanto sci-munito, cosa rara su questa cima, attiro la curiosità degli escursionisti che salgono, ora numerosi, in fila lungo la cresta. E la cosa non mi piace molto.

Ovviamente appena parto mi dimentico di tutti, un salto dopo l’altro inizio ad abbassarmi. Le condizioni sono perfette! Proseguo giù lungo il canale, gli spazi sono stretti e la pendenza non cala mai. Curve saltate, calma e la giusta concentrazione, la ricetta è questa e la goduria lievita. Ma il meglio deve ancora arrivare. A metà mi fermo per guardare un po’ attorno: ancora gente che scruta da lontano quello faccio. Vabbè. Esco dal canale prima del salto roccioso e quello che trovo davanti ai miei sci ha del miracoloso. La pendenza rimane sostenuta ma il pendio è più ampio e meno esposto, la neve è perfettamente liscia. Sotto dura e porosa da rigelo, molto mordente. Sopra ci sono due dita di granella leggera che rendono la discesa mordida e ad ogni curva migliaia di questi cristalli iniziano a rotolare a valle luccicando al sole . L’ambiente poi fai il resto. La sciata è commovente, ogni parola in più sarebbe di troppo.

La neve si mantiene ottima fino in fondo. Dal bosco Giulia raggiungo la mia “fuoriserie” sciando nei giardini delle villette. Già, perchè la neve è così tanta che i recinti sono sommersi, spero non si offenda nessuno per la mia firma in giardino! La discesa si conclude inserendo la chiave nel cruscotto sci-ai-piedi.

Che gran mattinata!

Salita Autoscatto di vetta discesa Discesa per caso...

Annunci

Written by claus

22 febbraio 2009 a 4:44 pm

Pubblicato su scivola

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Sapevo che eri ben determinato, e che nè la Val Tartano nè la compagnia ti avrebbero corrotto :)
    Bravo! :)
    m

    cimaxi

    22 febbraio 2009 at 6:09 pm

  2. Complimenti! Sono stato su quella cima senza neve, ad immaginarmi una discesa sugli sci mi vengono i brividi!
    Chapeau

    flaco

    22 febbraio 2009 at 6:41 pm

  3. Che bravo, hai veramente colto l’attimo!

    Andrea

    22 febbraio 2009 at 7:38 pm

  4. mucho gracias, amigos :D

    io son contento e soddisfatto per aver trascorso una splendida mattinata ed aver messo in saccoccia questa rarità nella migliore delle condizioni!

    bluecatmx

    22 febbraio 2009 at 8:00 pm

  5. deve essere stata una grande esperienza. Complimenti!

    fraclimb

    24 febbraio 2009 at 1:42 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: