clausBlog

Valle Onsernone, Parete ai monti, Dimitri

with one comment

Con Dademaz vado in terra ticinese per una salita infrasettimanale. La meta la decideremo strada facendo: la parete ai monti in valle Onsernone. La via, unica sulla parete, è una di quelle che tante volte ho guardato con interesse salvo poi voltare pagina intimorito dai numerini con la lettera accanto. Ma in un posto così e con questo sole sto setteà seiccì obbl mi suona bene.
L’avvicinamento è ravanoso, seguendo radi ometti in un bel bosco. Qualche indecisione, ma arriviamo comunque all’attacco.
La musica sui primi quattro tiri è la stessa. Gradi sulla carta tranquilli (max 6a+), ma quando ad aprire in placca è passato un placchista di razza, allora c’è da guadagnarsi ogni metro con impegno, grazie anche alla chiodatura sicura ma distanziata che và integrata. La roccia è un ottimo gneiss chiaro e ruvidissimo, con qualche tratto da pulire a causa della scarsa frequentazione. Il primo tiro ha due-tre singoli pepati, ma con qualche micro-giocattolo ci si protegge bene. Sul secondo è utile un binocolo e sul finale ha una liscissima sorpresa…. il terzo ancora aderenze da meditare e il quarto muretti più ripidi e traverso. Al quinto si cambia genere. Bellissima fessura di 6a+ da proteggere e poi placca. E ora tocca alla sesta lunghezza,di 7a, la più bella e la più impegnativa della via, dentro un diedro strapiombante perfetto. Prima parte equilibri precari su muro verticale poi splendida fessura regolare, atletica e strapiombante. Ci stiamo a lungo sul tiro sfruttando ogni diavoleria abbiamo appeso all’imbrago e alla fine guadagnamo la sosta. A questo punto decidiamo di scendere. Col senno di poi si poteva pure proseguire,i tiri dopo anche se di pari grado erano meno continui. Ma va bene così,è stata una bella giornata. Così con un po’ di doppie non proprio comode ci immergiamo nuovamente nel bosco e poi giù fino al paese.

Non ero mai stato in questa valle e l’ho trovata semplicemente stupenda nel suo abito autunnale. Qui, a così breve distanza dall’affollamento della pur bella bassa Valmaggia, si possono trovare silenzio tranquillità e natura per passeggiare o scalare. Da tornarci quanto prima!

Annunci

Written by claus

17 ottobre 2008 a 9:10 pm

Pubblicato su montagne

Tagged with , ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Complimenti per il tuo blog e per le foto….

    Davide

    http://taccoepunta.blogspot.com/

    Davide

    1 novembre 2008 at 7:56 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: