clausBlog

Piccadilly di Bedretto e Premia

with 2 comments

Sabato sono tornato in Val Bedretto, questa volta finalmente con tempo bello e stabile. Saliamo Piccadilli di Bedretto, via molto conosciuta e frequentata. Raggiungere l’attacco è molto comodo, lasciata l’auto al netto tornante a sx di q.2090 (qualche km oltre All’Acqua) si imbocca il sentiero che pianeggiante segue più o meno l’elettrodotto. Giunti in vista della parete dirigersi per sfasciumi seguendo gli ometti verso il settore dx della parete verso degli evidenti gradoni. La via attacca su una rampa ascendete verso sx. L1: si supera la rampa (5b) e poi più facile fino in sosta. L2: Tiro in placca non banale su fessure svase (6a) 50m! attenzione all’attrito, meglio allungare i rinvii e rinviare le corde alternandole. L3-L6 altri tiri in placca lisciata dal ghiacciaio, tra aderenza e fessure svase fino alla base del canale che solca la parete (pericolo caduta sassi! in particolare se ci sono cordate che fanno le doppie) L7-L10, finalmente la musica cambia e la parete si fa verticale su splendide lame e fessure con difficoltà omogenee tra il 5c e il 6a. La discesa ci ha riservato invece un intoppo. Ci siamo calati dalla cima da una sosta su chiodo vecchio e spuntone con maillon e molti cordini in posto. La posizione di questa calata ci è apparsa subito infelice e infatti le corde non sono scese al momento di recuperarle! Segue faticosa risalita di 30m sulla doppia, attrezzatura di una nuova calata e acrobatico rientro a pendolo sulla linea di calata. Per il resto la discesa è stata tranquilla usando la linea di calate posta a dx (viso a monte) di Piccadilly. Quindi per una discesa liscia vi consiglio di scegliervi una calata intelligente sul primo tiro e guardare salendo la posizione degli ancoraggi di calata sulle ultime lunghezze perchè in discesa non sono molto visibili. E’ una via molto bella, su roccia spettacolare, con arrampicata molto varia e continua nelle difficoltà. Soste e chiodatura sono molto buone, personalmente ho aggiunto solo un camalot #2, tanto per metterlo…per me bastano 12 rinvii e qualche dado,fettucce e magari un po’ di cordino da abbandono e un maillon per sistemare eventualmente qualche calata. Alla sera siamo rimasti in valle a dormire con la tenda. Domenica invece abbiamo girovagato un po’ senza meta precisa fermandoci in un po’ di posti. Siamo saliti al Neufenen (sosta panoramica) poi scesi in Vallese fino a Brig, risaliti al Sempione (sosta panorama+cibo!), scesi di nuovo nell’Ossola e risaliti in val Formazza. Dopo una passegiata nella zona del Morasco siamo andati ad arrampicare a Premia. E’ un posto veramente idilliaco, le pareti sono circandate da prati e boschi, ci sono molti settori che si sviluppano lungo una fresca gola, roccia bella e monolitica. L’arrampicata per contro è piuttosto severa, tecnicissima su muri verticali con (pochi) appigli piccoli e svasi , buchetti e graspole. Attrezzatura ottima a resinati inox.

Piccadilly di Bedretto Piccadilly di Bedretto Piccadilly di Bedretto

Annunci

Written by claus

16 luglio 2007 a 8:29 am

Pubblicato su rampica

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Una bella avventura! Che tirata!!
    Complimenti!

    flaco

    16 luglio 2007 at 12:28 pm

  2. ciao!
    si è stato un bel fine settimana…e finalmente col bel tempo!

    bluecatmx

    16 luglio 2007 at 3:38 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: